News e comunicati PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 12 Agosto 2012 13:42

Parco Marino Regionale Scogli di Isca

 

 

News del 14/07/2015

 

Si terrà giorno 20 luglio 2015 alle ore 09:30 l'annuale cerimonia in onore dei donatori ed eroi quotidiani organizzata dall'associazione Marinai d'Italia sez. di Amantea, in collaborazione con il nostro Ente Parco. La cerimonia inizierà con la posa di una corona di fiori al monumento ai caduti in mare ubicato nella parte centrale del lungomare di Belmonte Calabro. Seguirà  la consueta cerimonia religiosa presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS) e si concluderà con la posa della bandiera tricolore su Isca Grande. Saranno presenti alla cerimonia numerose autorità civili e militari.

 

 

 

News del 11/05/2015


Aggiornata la sezione studi e pubblicazioni con un nuovo studio del Dott. Nicola Cantasano "Bioclimatic analysis in a region of southern Italy (Calabria)"

 

 

News importante: Accorpamento dei cinque parchi marini nel nuovo Ente per i parchi marini

 

Con la Legge regionale 16 maggio 2013, n. 24 "Riordino enti, aziende regionali, fondazioni, agenzie regionali, società e consorzi comunque denominati, con esclusione del settore sanità" (BUR n. 10 del 16 maggio 2013, supplemento straordinario n. 2 del 24 maggio 2013), la Regione Calabria, nell'ottica di:

a) riordino e semplificazione del sistema degli enti pubblici regionali;

b)  riduzione degli oneri organizzativi, procedimentali e finanziari, nel contesto dei processi di riforma volti al rafforzamento dell'efficacia dell'azione amministrativa;

c)  razionalizzazione organizzativa ed eliminazione di duplicazioni organizzative e funzionali;

d)   rifunzionalizzazione organica ed unicità della responsabilità amministrativa in capo agli enti, per assicurare l'unitario esercizio dei servizi e delle funzioni amministrative;

ha provveduto all'accorpamento degli enti di gestione dei cinque Parchi marini regionali istituiti con le leggi regionali 21 aprile 2008, n. 9 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Riviera dei Cedri"), n. 10 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Baia di Soverato"), n. 11 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Costa dei Gelsomini"), n. 12 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Scogli di Isca") e n. 13 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Fondali di Capocozzo - S. Irene Vibo Marina - Pizzo - Capo Vaticano - Tropea");

Si riporta di seguito l'articolato della legge in ogetto riguardante i parchi marini:


Omissis

Art. 9

(Ente per i Parchi marini regionali)

1. È istituito l'Ente per i Parchi marini regionali, ente strumentale della Regione preposto allo svolgimento di funzioni tecnico operative e gestionali nel settore della tutela dei beni ambientali, con particolare riferimento ai parchi marini regionali, con sede in Catanzaro.

2. L'Ente per i Parchi marini regionali svolge attività tecnico-operative relative alla gestione dei parchi marini regionali.

3. All'Ente per i Parchi marini regionali sono attribuite le funzioni svolte dagli enti gestori dei cinque Parchi marini regionali di cui alle leggi regionali n. 9/2008, n. 10/2008, n. 11/2008, n. 12/2008 e n. 13/2008.

4. Nel decreto del Presidente della Giunta regionale di costituzione dell'Ente per i Parchi marini regionali è determinata l'ubicazione della sede operativa, che assicura l'espletamento delle attività gestionali, amministrative e tecniche dei parchi marini regionali nel territorio di competenza.

5. L'Ente per i Parchi marini regionali si raccorda, in modo organico, con il dipartimento competente in materia di ambiente e con il dipartimento competente in materia di urbanistica e governo del territorio della Regione Calabria.

6. Sono organi dell'Ente per i Parchi marini regionali:

a)  il direttore generale;

b)  il revisore unico dei conti e un revisore supplente.

7. Il direttore generale è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale secondo le disposizioni di cui all'articolo 4. Il revisore unico dei conti e il suo supplente sono nominati ai sensi della lettera e) del comma 1 dell'articolo 14 del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo) convertito con modificazioni dalla legge 14 settembre 2011, n. 148.

8. Il direttore generale:

a)  svolge le funzioni amministrative di cui all'articolo 16 del d.lgs. 165/2001;

b)  assicura l'unitarietà dell'azione tecnico amministrativa ed il coordinamento e la vigilanza delle unità operative.

9. I compiti, le funzioni e l'organizzazione degli organi amministrativi sono disciplinati dallo statuto, adottato dall'Ente per i Parchi marini regionali, entro trenta giorni dalla data di nomina degli organi, approvato dalla Giunta regionale previo parere della competente commissione consiliare.

Omissis


 


Comunicazione importante: come visitare il Parco Marino


Si rammenta che, per motivazioni di tutela ambientale e per la mancanza di ormeggi nell'area protetta, è possibile visitare il nostro Parco esclusivamente attraverso i nostri operatori convenzionati. Pertanto, non saranno rilasciate per questa stagione autorizzazioni per sosta ad altre imbarcazioni.

Vuoi visitare il Parco con una gita in barca e ammirare i suoi bellissimi fondali con un battello a chiglia trasparente e con l'ausilio di una guida naturalistica? Contatta i nostri operatori convenzionati:

- associazione ambientalista Living Nature

le info e i contatti li trovi qui:

http://www.livingnature.it/

https://www.facebook.com/pages/Associazione-Ambientalista-Living-Nature/214212458684301?fref=ts


- o il Club nautico Ontario:

le info e i contatti li trovi qui:

http://www.belmontetourist.com

 

 

Vuoi immergerti nei fondali del Parco per osservare da vicino le sue meraviglie? Contatta il nostro Diving convenzionato:


- Isca Diving

le info e i contatti li trovi qui:

http://www.iscadiving.com/joomla/it/

 

 

 

Si rammenta che nel Parco sono vigenti alcuni divieti da osservare rinvenibili alla seguente pagina:

http://www.parcomarinoscogliisca.it/index.php?option=com_content&view=article&id=56&Itemid=38


 

 

 

News del 11/08/2014

Il Parco Marino Regionale "Scogli di Isca" ha partecipato con un proprio stand espositivo / informativo alla "Fiera del mare" che si è tenuta presso il porticciolo di San Lucido nei giorni 08/09/10 agosto. Lo stand è stato condiviso con i propri operatori convenzionati: Isca Diving, l'Associazione sportiva subacquea paolana e l'Associazione ambientalista Living Nature.

Nella foto: Il Dott. Dario Magliocco, in rappresentanza del Parco, il Dott. Roberto Veltri, segretario Ass. Living Nature, il prof. Piero Greco, istruttore professionista Ass. subacquea paolana ed alcuni suoi allievi.

 

 

 

 

News del 27/07/2014: I militari del Nucleo Operativo della Capitaneria di Porto di Vibo dislocati a Belmonte presso la sede del Parco Marino Regionale Scogli di ISCA soccorrono bambino a bordo di natante alla deriva nelle acque di Amantea (CS)

 

“Sono stati soccorsi nella mattinata odierna nelle acque antistanti il porto di Amantea tre persone a bordo di un natante a motore che, usciti dal sorgitore nepetino, per la classica gita domenicale, hanno lanciato il “may day” per avaria al motore girato dal personale del porto di Amantea all’equipaggio del battello pneumatico Guardia Costiera CG 353.

Nella richiesta di intervento, veniva evidenziato che uno dei tre componenti dell’equipaggio del natante in difficoltà era un bambino di circa 10 anni che per il moto ondoso in aumento stava palesemente male e richiedeva immediata assistenza medica.

L’equipaggio del battello della Guardia Costiera, composto dal Sottocapo PILEGGI e dal Np. PRATICO’, informata la sala operativa della Capitaneria di Porto di Vibo, che assumeva il coordinamento delle attività di soccorso, mollava gli ormeggi e raggiungeva dopo pochi minuti il natante in avaria e alla deriva che il moto ondoso in aumento stava pericolosamente facendolo scarrocciare verso gli scogli. Eseguita la manovra di accosto, i guardacoste imbarcavano il bambino a bordo e prendevano a rimorchio il natante.

Nel contempo la sala operativa della Guardia Costiera di Vibo contattava il 118 per la richiesta di un’ambulanza nel porto di Amantea e faceva convergere anche una pattuglia in vigilanza sul litorale costiero compreso tra Lamezia e Belmonte, con a bordo il M.llo LA GAMBA e il Capo PETRACCA.

Dopo pochi minuti sia l’ambulanza che la pattuglia della Guardia Costiera convergevano in porto ed attendevano l’arrivo del battello pneumatico GC con a rimorchio il natante in avaria. Per accelerare l’assistenza al piccolo, all’ingresso del porto il natante veniva preso in assistenza dal personale del porto, mentre il battello con il bambino a bordo veniva fatto sbarcare nei pressi dell’ambulanza ove i sanitari del 118 gli prestavano l’assistenza del caso, che non ha previsto, fortunatamente, il trasferimento in ospedale.

In porto giungeva prontamente anche il Sott.le Responsabile della postazione Guardia Costiera GC 353, 2° C° Np. MARRELLO, che per tutto il periodo estivo dirigerà i sei militari del Nucleo Operativo della Capitaneria di Porto di Vibo dislocati come base logistica a Belmonte presso la sede del Parco Marino Regionale Scogli di ISCA e che garantiranno quotidianamente la vigilanza via mare e via terra di quattro Comuni Costieri Belmonte, Amantea, Nocera e Falerna, mediante il battello pneumatico GC 353 ed un fuoristrada CP, sotto il coordinamento della Sala Operativa della Guardia Costiera di Vibo.

E’ andata bene – si legge nella nota stampa della Capitaneria di Porto di Vibo –una piccola disavventura domenicale che senza la prontezza di intervento dei guardacoste avrebbe potuto evolversi in maniera più drammatica. Infatti, il suggerimento che viene esplicato nella nota dagli Ufficiali della Guardia Costiera ai diportisti è quello di verificare sempre prima di mollare gli ormeggi sia le condizioni meteomarine, che come oggi, mare mosso con moto ondoso in aumento, non erano consigliabili per un piccolo natante, sia di verificare lo stato di efficienza della barca, che come verificatosi nell’occasione odierna è andata purtroppo in avaria. Munirsi di un telefonino cellulare è sempre opportuno, così da poter chiamare il numero blu gratuito 1530 della Guardia Costiera attivo 24 ore su 24 e al quale risponde sempre la sala operativa competente per territorio, come in questo caso Vibo.-

il battello pneumatico GC 353 comandato dal 2° C° Np. MARRELLO

 

 

 

Annuale cerimonia in onore degli eroi quotidiani 2014

Si è tenuta giorno 20 luglio 2014 alle ore 10:00 l'annuale cerimonia in onore dei donatori ed eroi quotidiani. La cerimonia ha avuto inizio con la posa di una corona di fiori al monumento ai caduti in mare ubicato nella parte centrale del lungomare di Belmonte Calabro. E' seguita  la consueta cerimonia religiosa presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS), presieduta da Don Filippo Aloisio, e si è conclusa con la posa della bandiera tricolore su Isca Grande, posizionata da Franco Pate, presidente del Club Nautico Ontario. Erano presenti alla cerimonia numerose autorità civili e militari tra cui: il dott. Dario Magliocco, delegato del Presidente Dott. Oscar Durante, la Guardia Costiera rappresentata dal Maresciallo De Caria della delegazione di spiaggia di Amantea, il Comandante dell'Ufficio circondariale marittimoTenente Chirizzi, il Vicesindaco di Belmonte Dott.ssa Cinzia Brusco, l'assessore all'ambiente del Comune di Amantea Antonio Rubino (membro della Comunità del Parco) nonchè gli assessori Chilelli e  Pati e numerosi esponenti dell'Associazione marinai d'Italia, capeggiati dall'organizzatore Cav. Giuseppe Cima. Erano presenti inoltre l'onorevole Tassone e i consiglieri regionali Chiappetta e Gallo. La manifestazione in mare è stata accompagnata e vigilata da una motovedetta della Guardia Costiera di Vibo Valentia Marina e da un veloce mezzo nautico GC 353, comandato dal 2° Capo Sc. Np. Luigi Marrello.

 

 

News del 15/07/2014

 

Si terrà giorno 20 luglio 2014 alle ore 10:00 l'annuale cerimonia in onore dei donatori ed eroi quotidiani organizzata dall'associazione Marinai d'Italia sez. di Amantea e dal Club Nautico Ontario, in collaborazione con il nostro Ente Parco. La cerimonia inizierà con la posa di una corona di fiori al monumento ai caduti in mare ubicato nella parte centrale del lungomare di Belmonte Calabro. Seguirà  la consueta cerimonia religiosa presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS) e si concluderà con la posa della bandiera tricolore su Isca Grande. Saranno presenti alla cerimonia numerose autorità civili e militari.

 

 


News del 03/07/2014

 

Giorno due luglio c.a. è stata siglata tra l'Ente Parco e la Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Vibo Valentia Marina una convenzione per il potenziamento di attività di vigilanza da effettuare nell'area del Parco Marino Regionale "Scogli di Isca". Tale convenzione, fortemente voluta dal presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante, e dal Tenente di Vascello (CP) e Capo Servizio Operativo Capitaneria di Vibo Valentia, Antonello Ragadale, prevede tale attività nell'ambito dell'operazione "Mare sicuro 2014" (che si concluderà il 7 settembre), con il dislocamento di una unità di servizio operativo dotata di sei militari, di cui due fissi per equipaggio, presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS). Gli operatori utilizzeranno gli uffici della sede legale ed amministrativa dell'Ente Parco come base logistica. L'unità di controllo, fornita di un veloce mezzo nautico GC 353, sarà comandata dal 2° Capo Sc. Np. Luigi Marrello.

 

 

 

News pubblicazioni


Nella sezione studi e pubblicazioni è presente un nuovo studio del Dott. Nicola Cantasano "Le torri costiere, sentinelle dell'ambiente nel tirreno cosentino".

 

 

 


News del 15/01/2014

Inserita nel sito web de Il Turismo Culturale, pubblicazione a tiratura nazionale edita da Vanni Editore, una notizia relativa a Parco Marino Regionale Scogli di Isca.

E' raggiungibile nella sezione Di sosta in sosta:
http://www.ilturismoculturale.it/parco-marino-scogli-di-isca/

 


Comunicazione del 09/01/2014

Nella sezione studi e pubblicazione è disponibile un nuovo studio del Dott. Nicola Cantasano sull'area del parco e sul corridoio fluviale del Veri.

 

 

News agosto 2013:

Si comunica che l'Ente Parco ha provveduto all'installazione di un sistema cartellistico riportante i divieti vigenti nell'area protetta con relativa mappa di perimetrazione in alcuni punti ritenuti strategici per l'approdo dei natanti: porto turistico di Campora SG, lungomare lato sud Belmonte Calabro c/o Club nautico Ontario. In aggiunta tali cartelli sono stati installati nel Parco sulla boa di delimitazione lato Amantea e sul gavitello presente tra i due scogli, riservato all'attracco dei natanti adoperati dagli operatori convenzionati con l'Ente.

 

 

 

Comunicazione evento: IV^ edizione della gara fotografica subacquea amatoriale degli Scogli di Isca.

 

Si terrà, presumibilmente tra il 13 ed il 18 agosto la IV^ edizione della gara fotografica subacquea amatoriale degli Scogli di Isca, organizzata dall’Isca Diving in collaborazione con l’Ente Parco.

La data sarà confermata con apposito avviso su questo portale in base alle condizioni meteomarine.

Sono aperte le iscrizioni: rivolgersi all'Isca Diving! I contatti sono rivenibili al seguente link:

http://www.iscadiving.com/joomla/it/contattaci


 

 

 

 

Comunicato di cordoglio


il Sindaco Franco TonnaraIl Presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante, insieme al personale dell'Ente, si associa al dolore che ha colpito la famiglia Tonnara, l'amministrazione comunale di Amantea, l'intera cittadinanza amanteana per la perdita del caro Sindaco Franco Tonnara.

 

 

 

 

 

 

 

Annuale cerimonia in onore degli eroi quotidiani 2013

Si è tenuta giorno 20 luglio 2013 alle ore 10:00 l'annuale cerimonia in onore dei donatori ed eroi quotidiani. La cerimonia è iniziata con la posa di una corona di fiori al monumento ai caduti in mare ubicato nella parte centrale del lungomare di Belmonte calabro. E' seguita  la consueta cerimonia religiosa presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS) e si è conclusa con la posa della bandiera tricolore su Isca Grande, posizionata da Franco Pate, presidente del Club Nautico Ontario. Erano presenti alla cerimonia numerose autorità civili e militari tra cui il presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante, la Guardia Costiera rappresentata dal Maresciallo De Caria della delegazione di spiaggia di Amantea, il Maresciallo dei Carabinieri di Belmonte, il Vicesindaco di Belmonte, sig. Daniele Carnevale, il consigliere comunale di Belmonte, Dott. Francesco Veltri, il Vicesindaco di Amantea, Sig. Michele Vadacchino, il presidente dell'ass. ambientalista Living Nature, Dott. Daniele Veltri e numerosi esponenti dell'Associazione marinai d'Italia.

 


Comunicazione evento: Annuale cerimonia in onore degli eroi quotidiani 2013

 

Si terrà, come di consueto, giorno 20 luglio 2013 alle ore 10:00 presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS), l'annuale cerimonia in onore dei donatori ed eroi quotidiani, promossa da anni ormai dal Sig. Gaetano Cortese. Sarà organizzata dall'Associazione marinai di Amantea, dall'Associazione ambientalista Living Nature e dal Club Nautico Ontario con la collaborazione dell'Ente Parco e del Comune di Belmonte Calabro. Si prevede come programma la funzione religiosa e subito dopo la posa della bandiera su Isca Grande, monumento al donatore ed agli eroi quotidiani. Saranno presenti numerose istituzioni e forze militari.

 

 

 

 

 

 

Aree marine protette: non è necessaria la “tabellazione” dei confini e delle zone di protezione (Sentenza Cassazione Penale sez. III del 21 aprile 2010 n. 27683).



Secondo una sentenza della Suprema Corte di Cassazione, «Le aree marine protette sono sottratte alla necessità di perimetrazione tabellare giacché istituite e delimitate con appositi provvedimenti, completi delle indicazioni tecniche e topografiche necessarie per l'individuazione, la cui conoscenza è assicurata dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sicché l'ignoranza colpevole circa l'esatta perimetrazione dell'area non è scusabile. (Nella specie, relativa ad illecita attività di pesca subacquea, La Corte ha sottolineato l'irrilevanza della disciplina che, con riferimento al divieto di navigazione, prescrive, invece, la necessità di individuazione, con mezzi e strumenti di segnalazione, delle aree protette».

La sentenza arriva dopo che la sezione distaccata dio Pozzuoli del  Tribunale di Napoli nel gennaio aveva condannato a pagare 200 euro di ammenda un subacqueo che nella zona "A" di riserva integrale all'interno dell'area marina protetta "Parco sommerso di Baia", istituita nel 2002.

Il subacquei teneva del tutto insufficiente l'installazione di boe di segnalazione di delimitazione dell'area protetta e il suo avvocato aveva fatto ricorso, chiedendo alla Capitaneria di Porto di specificare a quale distanza erano collocate le boe rispetto alla spiaggia dalla quale il pescatore abusivo si era presumibilmente buttato in acqua. La Capitaneria faceva rilevare che la zona protetta è «Indicata nelle carte nautiche come zona di riserva integrale marina e ritualmente segnalata da boe e da cartelli apposti anche sulla terraferma. Essa, inoltre, era raggiungibile solo dal mare».

Il tribunale rincarava la dose: «Qualora il prevenuto non avesse percepito la segnalazione o non ne avesse compreso il significato, sarebbe ugualmente responsabile perché l'ignoranza sarebbe derivata da sua colpa. Invero, colui il quale esercita la pesca sportiva subacquea, anche come principiante, ha il dovere di informarsi sulle norme che regolano tale attività e sulle zone in cui la stessa può essere esercitata liberamente e senza divieti».

Il ricorso alla Corte Suprema Corte di Cassazione ha avuto per il bracconiere esiti ancora più disastrosi. Nella sentenza si legge: «Secondo la giurisprudenza costante di questa Corte (vedi, tra le decisioni più recenti, Cass., sez. 3, 6.8.2007, n. 32021, Marciano e altri), inoltre, in tema di tutela delle aree protette, dette aree sono sottratte alla necessità di perimetrazione tabellare in quanto istituite e delimitate con appositi provvedimenti, completi di tutte le indicazioni tecniche e topografiche necessarie per l'individuazione, la cui conoscenza è assicurata dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Dal momento di tale pubblicazione sorge la presunzione di conoscenza dell'estensione dell'area protetta da parte di tutti i consociati e costituisce onere di chi si introduce nella zona di prendere cognizione degli esatti confini dell'area, onde evitare comportamenti di rilevanza penale. Ne consegue che non può considerasi scusabile, a norma dell'art. 5 cod. pen. (come interpretato dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 364/1988), l'ignoranza colpevole circa l'esatta perimetrazione dell'area protetta, stante l'irrilevanza del difetto di perimetrazione tabellare e tenuto conto della mancata ottemperanza del dovere di informazione e di conoscenza incombente ad ogni soggetto che intraprende una attività normativamente regolata in vista della osservanza dei precetti penali».

E' evidente che la sentenza non riguarda le sole aree marine protette, ma anche quelle terrestri per le quali spesso i cacciatori lamentano la mancanza di tabellazione.

La Corte di Cassazione specifica che «Non è rilevante, nella specie, la previsione della L. n. 394 del 1991, art. 2, comma 9 bis (introdotto dalla L. 8 luglio 2003, n. 172, art. 4, comma 1 - Disposizioni per il riordino e il rilancio della nautica da diporto e del turismo nautico), secondo la quale "i limiti geografici delle aree protette marine entro i quali è vietata la navigazione senza la prescritta autorizzazione sono definiti secondo le indicazioni dell'Istituto idrografico della Manna ed individuati sul territorio con mezzi e strumenti di segnalazione conformi alla normativa emanata dall'Association Internazionale de Signalisation Marittime - International Association of Manne Aids to Navigation and Lighthouse Authorities (Aism - Iala)".
La vicenda in esame, invero, non riguarda la nautica da diporto, sicché l'anzidetta normativa non può svolgere alcuna influenza sulla configurabilità della contravvenzione contestata».

Il pescatore subacqueo  alla fine ha dovuto pagare anche le spese processuali.


Si veda anche: Cass. pen. n. 6745 del 2006, Cass. pen., sez. III, 3 febbraio 2005 n. 15586
In senso conforme: Cass. pen. n. 32021 del 2007, Cass. pen., sez. III, 23 febbraio 2006 n. 10616, Cass. pen., sez. III, 10 giugno 2005 n. 25825.

- See more at:  http://www.greenreport.it/_archivio2011/?page=default&id=13107#sthash.66UJmEPe.dpuf

oppure

http://areamarinasinis.it/Aree-marine-protette-per-la-Corte-di-Cassazione-non-e-necessaria-la-tabellazione-dei-confini-e-delle-zone-di-protezione/index.aspx?m=107&f=1&idn=598

 


Comunicazione evento: Turtle day 2013 WWF - CEAM Belmonte Calabro

 

Gli attivisti del WWF aspettano tutti martedì 2 luglio 2013 per ridare, insieme a te, la libertà in mare a due splendidi esemplari di Tartaruga Marina Caretta Caretta, recuperati nei mesi scorsi nel nostro mare e curate c/o il Centro Recupero di Isola Capo Rizzuto (KR).

“IL TURTLE DAY” avrà inizio alle ore 10,00 con ritrovo presso il C.E.A.M. WWF di Belmonte Marina, dopo il benvenuto degli Attivisti ci sarà un momento di osservazione delle Tartarughe (dedicato soprattutto ai bambini) e curato dalla dott.ssa Giusi Maio.

Interverranno: Il dott. Pino Paolillo (Responsabile Progetto Tartarughe WWF Calabria - Segretario WWF Calabria), il dott. Francesco Bruno (Sindaco di Belmonte Calabro), il dott. Franco Tonnara (Sindaco di Amantea), il Tenente di Vascello C.P. Antonello Ragadale (Comandante Servizio Operativo Capitaneria di Porto di Vibo Valentia).

A seguire ci recheremo presso il “CLUB ONTARIO” di Franco Pate dove riprenderanno il mare le tartarughe (lungomare Belmonte lato sud), quindi, ridaremo la libertà ad uno splendido Gabbiano Reale recuperato ad Amantea e curato presso il CRAS di Cosenza.

 


News del 10/06/2013

 

Si segnala l'articolo di quotidiano apparso sulla Gazzetta del Sud di sabato 8 giugno sul convegno "Presentazione della proposta di direttiva europea sulla pianificazione dello spazio marittimo e la gestione integrata elle zone costiere", tenutosi a Lamezia Terme giorno 7 giugno:

Articolo


News del 08/06/2013

 

prof. Piero GrecoE' avvenuto oggi, sabato 08 giugno, il recupero dell'ultima boa presente nell'area del Parco (delimitante la vecchia Oasi Blu Isca), che si era staccata dal proprio corpo morto durante una mareggiata del mese di maggio (le altre tre si erano frantumate sulla scogliera difronte al parco nel Natale 2011 sempre a seguito di una forte mareggiata). A seguito di tale mareggiata la boa si era spostata, trascinata dal moto ondoso, fuori dall'area del Parco, nello specchio di mare antistante la foce del fiume Catocastro, a pochi metri dalla riva. Il recupero, frutto di una convenzione ormai biennale siglata con l'Ente Parco, è statoDomenico Giuliano realizzato dall'Isca Diving e dall'Associazione subacquea paolana nelle persone di Mariateresa Rizzo Nervo (titolare del diving), prof. Piero Greco e Domenico Giuliani (sommozzatori professionisti), da sempre noti per la loro attività di tutela e valorizzazione dell'ambiente marino, di protezione civile in mare, di volontariato sociale e non per ultimo per aver scoperto nelle acquee di Amantea il pregiato corallo nero.

Il Presidente, Dott. Oscar Durante, insieme all'Ente Parco esprime agli operatori subacquei il più sincero ringraziamento. La boa è stata, infine, posizionata in condizioni marine non del tutto favorevoli, provvisoriamente, al lato sinistro di Isca piccola (lato Amantea). Nel breve periodo troverà collocazione in uno dei quattro punti originari.

 

 

 

Comunicazione evento

 

Si terrà a Lamezia Terme, il 7 giugno 2013 ore 9:30 presso il centro agroalimentare, il convegno "Presentazione della proposta di direttiva europea sulla pianificazione dello spazio marittimo e la gestione integrata elle zone costiere".

Relazionerà sulla "Gestione integrata delle zone costiere, un nuovo modello di assetto territoriale" il Dott. Nicola Cantasano (Ricercatore CNR nonchè referente scientifico del nostro Ente Parco). Parteciperanno inoltre l'on. Mario Pirillo (europarlamentare), l'on. Giacomo Mancini (Assessore politiche comunitarie), l'on. Sandro Principe (Consigliere regionale) e l'On. Andrea Orlando, Ministro dell'Ambiente.

 

 

Comunicazione evento

 

 

News del 24/05/2013


Nella sezione studi e pubblicazioni è stata pubblicata una nuova pubblicazione del Dott. Nicola Cantasano (CNR - ISAFOM Rende CS) che si riporta di seguito:

- La gestione integrata delle zone costiere (GIZC): un nuovo modello di assetto territoriale;

 

News del 17/05/2013

 

Con la Legge regionale 16 maggio 2013, n. 24 "Riordino enti, aziende regionali, fondazioni, agenzie regionali, società e consorzi comunque denominati, con esclusione del settore sanità" (BUR n. 10 del 16 maggio 2013, supplemento straordinario n. 2 del 24 maggio 2013), la Regione Calabria, nell'ottica di:

a) riordino e semplificazione del sistema degli enti pubblici regionali;

b)  riduzione degli oneri organizzativi, procedimentali e finanziari, nel contesto dei processi di riforma volti al rafforzamento dell'efficacia dell'azione amministrativa;

c)  razionalizzazione organizzativa ed eliminazione di duplicazioni organizzative e funzionali;

d)   rifunzionalizzazione organica ed unicità della responsabilità amministrativa in capo agli enti, per assicurare l'unitario esercizio dei servizi e delle funzioni amministrative;

ha provveduto all'accorpamento degli enti di gestione dei cinque Parchi marini regionali istituiti con le leggi regionali 21 aprile 2008, n. 9 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Riviera dei Cedri"), n. 10 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Baia di Soverato"), n. 11 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Costa dei Gelsomini"), n. 12 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Scogli di Isca") e n. 13 (Istituzione del Parco Marino Regionale "Fondali di Capocozzo - S. Irene Vibo Marina - Pizzo - Capo Vaticano - Tropea");

Si riporta di seguito l'articolato della legge in ogetto riguardante i parchi marini:


Omissis

Art. 9

(Ente per i Parchi marini regionali)

1. È istituito l'Ente per i Parchi marini regionali, ente strumentale della Regione preposto allo svolgimento di funzioni tecnico operative e gestionali nel settore della tutela dei beni ambientali, con particolare riferimento ai parchi marini regionali, con sede in Catanzaro.

2. L'Ente per i Parchi marini regionali svolge attività tecnico-operative relative alla gestione dei parchi marini regionali.

3. All'Ente per i Parchi marini regionali sono attribuite le funzioni svolte dagli enti gestori dei cinque Parchi marini regionali di cui alle leggi regionali n. 9/2008, n. 10/2008, n. 11/2008, n. 12/2008 e n. 13/2008.

4. Nel decreto del Presidente della Giunta regionale di costituzione dell'Ente per i Parchi marini regionali è determinata l'ubicazione della sede operativa, che assicura l'espletamento delle attività gestionali, amministrative e tecniche dei parchi marini regionali nel territorio di competenza.

5. L'Ente per i Parchi marini regionali si raccorda, in modo organico, con il dipartimento competente in materia di ambiente e con il dipartimento competente in materia di urbanistica e governo del territorio della Regione Calabria.

6. Sono organi dell'Ente per i Parchi marini regionali:

a)  il direttore generale;

b)  il revisore unico dei conti e un revisore supplente.

7. Il direttore generale è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale secondo le disposizioni di cui all'articolo 4. Il revisore unico dei conti e il suo supplente sono nominati ai sensi della lettera e) del comma 1 dell'articolo 14 del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 (Ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo) convertito con modificazioni dalla legge 14 settembre 2011, n. 148.

8. Il direttore generale:

a)  svolge le funzioni amministrative di cui all'articolo 16 del d.lgs. 165/2001;

b)  assicura l'unitarietà dell'azione tecnico amministrativa ed il coordinamento e la vigilanza delle unità operative.

9. I compiti, le funzioni e l'organizzazione degli organi amministrativi sono disciplinati dallo statuto, adottato dall'Ente per i Parchi marini regionali, entro trenta giorni dalla data di nomina degli organi, approvato dalla Giunta regionale previo parere della competente commissione consiliare.

Omissis


News del 17/05/2013

 

Amantea. Un delfino ammalato spiaggia a Coreca

E' l’alba appena di oggi venerdì 17 maggio quando Franco Suriano, titolare dell’albergo Mare Blu, scende a mare ed avverte la presenza di 3 delfini di cui due più piccoli ed un molto grosso. Con lui altri due amici pronti ad andare a pescare. “No, oggi non si pesca”, sembra dirsi Franco, pescatore per passione ed albergatore per mestiere, e si dà da fare per rigettare in mare i tre delfini. Tutti e tre sembrano riprendere il largo, ma Franco Suriano e la moglie chiamano la locale Guardia Costiera diretta da Fausto De Caria che interviene con immediatezza. Probabilmente si trattava di una madre (un delfino moto grosso dal mantello più chiaro) e di due figli, uno dei quali in evidente condizioni di sofferenza. Due riprendono il largo, il più piccolo resta lì tra gli scogli di Coreca, avvicinandosi verso riva e girando in modo circolare come gli altri delfini affetti da dolphin morbilli virus, cioè dal virus del morbillo che sta facendo una vera e propria strage di stenelle nel Tirreno. Il virus entra nel sangue ed arriva così al cervello incidendo sull’apparato e disorientando l’animale che si avvicina a riva fino a saltare a terra dopo avere girato in tondo fino a stancarsi mortalmente. Centinaia i delfini morti. Una moria che sembra infinita La colpa, dunque, non sarebbe, quindi, del batterio photobacterium damselae, responsabile di sindromi emolitiche ed emorragiche, inizialmente ipotizzato dai biologi consultati dal Ministero dell’Ambiente, anche se resta da appurare il ruolo di un’eventuale infezione batterica concomitante. E non sarebbe neppure dell’ inquinamento (almeno questa volta) che nulla avrebbe a che fare con il misterioso fenomeno di spiaggiamento degli ultimi mesi. Con quello di oggi siamo a 132 delfini spiaggiati dall’inizio dell’anno 2013, di cui 31 nel Lazio, 29 in Toscana, 20 in Sicilia, 20 in Calabria, 13 in Campania, 14 in Sardegna, e qualcuno isolato in Puglia, Basilicata, Marche e Molise. Sul posto è intervenuto il veterinario dr Giuseppe bruno che ha anche praticato una iniezione calmante al povero delfino che è sembrato soffrire meno. Nel prosieguo è giunta sui luoghi una rappresentante del WWF regionale.

Tratto da: http://www.trn-news.it/portale/index.php/primopiano/item/952-amantea-un-delfino-ammalato-spiaggia-a-coreca


 

 

 

News del 29/04/2013

 

Il Parco Marino Regionale "Scogli di Isca" - Centro di Educazione Ambientale rete Infea "Scogli di Isca", insieme ai propri formatori e agli operatori turistici ed ambientali, parteciperà, con un proprio stand espositivo - promozionale, alla rassegna culturale "L'ambiente ha un senso", che si svolgerà presso il Rimuseum dell'Unical, sito in via Cavour n. 01 Rende (cortile esterno palazzo Unical - CNR) nella prima settimana di Giugno dal 04 all'08 dalle ore 9:00 alle 18:00.


News del 16/04/2013

 

Con la Legge Regionale 21 marzo 2013, n. 8 "Modifiche alle leggi regionali 10/2003 e 69/2012" (BUR n. 6 del 16 marzo 2013, supplemento straordinario n. 2 del 28 marzo 2013) è stato ripristinato, per evidente incostituzionalità, l'assetto ordinamentale degli Enti Parco regionali previsto prima dell'entrata in vigore della L. R. n. 69/2012: in sostanza vengono reintrodotti i Consigli Direttivi tra gli organi istituzionali dei nostri Enti.

Art. 1

(Modifica all’articolo 14, l.r. 69/2012)

  1. L’articolo 14 della legge regionale 27 dicembre 2012, n. 69 (Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziario − collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2013) è abrogato.

  1. Le disposizioni sostituite dall’abrogato articolo 14 della l.r. 69/2012 rivivono nel testo previgente alle modifiche introdotte dalla predetta l.r. 69/2012.

Art. 2

(Modifica all’articolo 16, l.r. 10/2003)

  1. Dopo il comma 10 dell’articolo 16 della legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 (Norme in materia di aree protette ) è aggiunto il seguente comma:

«10bis. La partecipazione alla Comunità del Parco è onorifica e non dà luogo al rimborso   delle spese».

Art. 3

(Pubblicazione)

  1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

La presente legge è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo, a chiunque spetti, di osservarla e farla osservare come legge della Regione Calabria.

 

News del 11/04/2013

Anche quest'anno, ospite nello spazio espositivo della Regione Calabria, il Coordinamento regionale della Federparchi partecipa ad Ecotur, fiera abruzzese dedicata al turismo natura. Dal 12 al 14 aprile prossimo, a Chieti, anche i Parchi calabresi proporranno la propria offerta turistica sostenibile durante la ventitreesima edizione dell'appuntamento dell'anno più atteso dai professionisti del turismo "verde". Ecotur rappresenta una concreta opportunità di partecipare ad una "tre giorni" al cui centro sono i territori natura, valorizzati sia sotto il profilo dei workshop professionali – ai quali partecipano molti tour operators– che dell'exhibition, con i tanti espositori

 

News del 09/01/2013

Il Consiglio Regionale della Calabria con l'approvazione della L.R. n. 69/2012 del 27 dicembre ha soppresso l'organo del Consiglio Direttivo dall'ordinamento istituzionale degli enti parco regionali al fine di una maggiore razionalizzazione delle spese degli enti subregionali. Le relative funzioni del Consiglio Direttivo sono state accentrate nell'organo Presidente dell'Ente Parco:

 

Legge regionale 27 dicembre 2012, n. 69

Provvedimento generale recante norme di tipo ordinamentale e finanziario

(collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2013).

(BUR n. 23 del 17 dicembre 2012, supplemento straordinario n. 6 del 28 dicembre 2012)


---- omissis-----

 

Art. 14

(Razionalizzazione degli organi degli Enti Parco

Modifiche alla legge regionale 14 luglio 2003, n. 10)

  1. Alle legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 «Norme in materia di aree protette» sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni:

A)  l’art. 12 è così sostituito:

«Art. 12

1.  L’Ente Parco regionale ha personalità di diritto pubblico, sede legale ed amministrativa nel territorio del parco regionale ed è sottoposto alla vigilanza della Regione Calabria. Sono organi dell’Ente Parco regionale:

a)  il Presidente;

b)  la Comunità del parco;

c)  il revisore unico.

2.  Gli organi dell’Ente Parco regionale durano in carica cinque anni ed i membri possono essere confermati una sola volta».

 

B)  l’art. 13 è così sostituito

«Art. 13

1.  Il Presidente dell’Ente Parco regionale è nominato con decreto dal Presidente della Giunta regionale. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Ente parco, ne coordina l’attività e la gestione. Al Presidente dell’Ente Parco regionale sono attribuiti i poteri di cui all’art. 29 della legge n. 394/91.

2.  Il Presidente dell’Ente Parco regionale non può esercitare attività che non consentano la presenza costante nella gestione dell’Ente. L’ufficio di Presidente è incompatibile con quello di Parlamentare Europeo o Nazionale, Consigliere regionale, provinciale, comunale, di Comunità montana, nonché con quello di Sindaco o Assessore comunale, Presidente o assessore provinciale, Presidente o assessore della Comunità montana. Lo Statuto può regolamentare ulteriormente l’espletamento delle funzioni inerenti l’incarico.

3.  Il Presidente coordina l’attività e la gestione dell’Ente Parco, decidendo in merito a tutte le questioni generali riguardanti, in particolare:

a)  adotta i bilanci e, sentito il Comitato Tecnico Scientifico regionale per le aree protette, li invia ai fini dell’approvazione alla Giunta regionale;

b)  definisce i criteri ed adotta il piano per il Parco;

c)  adotta il piano pluriennale economico e sociale predisposto dalla Comunità del Parco;

d)  delibera, sentita la Comunità del Parco, lo statuto dell’Ente Parco;

e)  delibera il censimento delle specie botaniche e faunistiche con particolare attenzione a quelle rare ed endemiche presenti nell’area protetta».


C)  l’articolo 14 è soppresso;

D) l’articolo 15, comma 4, è così modificato:

«4. il Revisore unico, qualora riscontri gravi irregolarità nella gestione dell’Ente Parco, ne riferisce immediatamente alla Giunta regionale. Ha diritto di accesso agli atti e documenti dell’Ente Parco»;

E)  l’articolo 16, comma 2, lett. e), è così modificato:

«e) su altre questioni richieste dal Presidente dell’Ente Parco»;

F)  all’articolo 16, comma 3, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

G) all’articolo 16 è introdotto il seguente comma:

«11. La partecipazione alla Comunità del parco è onorifica e non può dare luogo a rimborso spese»;

H)  all’articolo 17, comma 2, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

I)   all’articolo 18, comma 3, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

L)  all’articolo 18, comma 4, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

M) all’articolo 21, comma 5, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

N) all’articolo 21, comma 6, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

O) all’articolo 23, comma 4, le parole «Consiglio Direttivo» sono sostituite dalla parola «Presidente»;

P)  all’articolo 31 bis, comma 1, è eliminata la frase «indetta dal Consiglio»;

Q) all’articolo 31 bis, comma 4, le parole «alle delibere del Consiglio direttivo» sono sostituite dalle parole «alle determinazioni del Presidente»;

R)  l’articolo 36, comma 1, lett. c), è così sostituito:

«c) esercita il controllo di legittimità e di merito sugli atti adottati dal Presidente, limitatamente alle deliberazioni relative alla dotazione organica ed alla strutturazione organizzativa»;

S)  all’articolo 37, comma 2, sono eliminate le seguenti parole «lo scioglimento del Consiglio direttivo e».

 

---- omissis-----


Comunicato del 17/12/2012: proposta di riperimetrazione del Parco marino.

E' stata trasmessa all'Ente Parco, dal Dipartimento Politiche dell'Ambiente della Regione Calabria, la delibera di Giunta regionale n. 479 del 06/11/2012, con la quale si propone l'allargamento del Parco Marino, fuori dalla sua continuità territoriale, onde inglobare le formazioni, di rilevante valore naturalistico, di Corallo nero presenti a largo del Comune di Amantea.

 

 

Di seguita la delibera in oggetto: delibera GR n 479/2012.

 


News del 21/11/2012: incontro territoriale Green Public Procurement

Si è tenuto martedì 20 novembre p.v. dalle ore 09:30 alle 13:00, presso la sede dell'Ente Parco Marino Regionale "Scogli di Isca", l'incontro territoriale sul Green Public Procurement – Acquisti Verdi nella P.A. organizzato dal Dipartimento Politiche dell'Ambiente della Regione Calabria con il supporto della Field:

Seguono alcune foto di vari momenti dell'Incontro:

Il saluto del Presidente dell'Ente Parco. Dott. Oscar Durante

 

Il saluto del Dott. Francesco Bruno, sindaco del Comune di Belmonte Calabro (CS)

 

L'intervento dell'Ing. Basilio Costanzo


Comunicato del 07/11/2012: incontro territoriale Green Public Procurement

Martedì 20 novembre p.v. dalle ore 09:30 alle 13:00, presso la sede dell'Ente Parco Marino Regionale "Scogli di Isca" sita in Belmonte Calabro Marina (Via Marina snc – sala riunioni CEAM WWF), nell’ambito delle attività di informazione e sensibilizzazione sul Green Public Procurement – Acquisti Verdi nella P.A. che il Gruppo FIELD presso il Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria ha avviato sull’intero territorio regionale, si terrà un incontro territoriale rivolto ai tecnici ed agli amministratori di 17 Comuni della fascia  tirrenica della Provincia di Cosenza (Bonifati, Cetraro, Acquappesa, Guardia Piemontese, Fuscaldo, Paola, San Lucido, Falconara Albanese, Fiumefreddo Bruzio, Longobardi, Belmonte Calabro, Amantea, Lago, San Pietro in Amantea, Serra d’Aiello, Cleto, Aiello Calabro).


news del 31/10/2012

Parte il corso di formazione per gli operatori del nostro Centro di Esperienza Ambientale "Scogli di Isca" organizzato dal CEDAM di CS, al quale parteciperanno tutti i CEA della Rete InFEA della Calabria. La formazione prima di tutto.

 

Comunicato del 21/08/2012

Si è tenuta nella mattinata di venerdì 17 agosto nei fondali del Parco Marino Regionale “Scogli di Isca" la III^ edizione della gara fotografica subacquea amatoriale degli Scogli di Isca organizzata dall’Ente Parco in collaborazione con l’Isca Diving. Sono stati diversi i sommozzatori provenienti da diverse parti d’Italia ed amanti delle fotografie subacquee che hanno partecipato alla gara. Autorevole la commissione di valutazione grazie alla presenza del noto fotoreporter ambientale e di guerra Francesco Zizola che ha ricoperto il ruolo di presidente di commissione, affiancato dal Dott. Nicola Cantasano, ricercatore del CNR di Rende e resp. scientifico del Parco, e dal Dott. Dario Magliocco, dell’area tecnico-amministrativa dell’Ente Parco. I premiati sono stati tre: al primo classificato Daniele Camillozzi di Milano, grazie alla sua foto raffigurante una splendida specie di cratena peregrina, è andato anche il premio per la foto più simpatica; il secondo ed il terzo posto sono stati assegnati rispettivamente ad Angela Gallo di Lamezia Terme e a Francesco Ranieri di Amantea. Il fine della manifestazione, che è divenuta  ormai un appuntamento annuale, per come ha dichiarato il Presidente dell’Ente Parco Dott. Oscar Durante, non è solo quello di far fruire e conoscere l’area protetta agli amanti del sommerso ma soprattutto quello di raccogliere più materiale fotografico possibile indispensabile per una maggiore definizione e catalogazione delle specie di flora e fauna presenti nel Parco. Una catalogazione della biodiversità, curata dal Dott. Nicola Cantasano e dal giovane naturalista belmontese Dott. Daniele Veltri ed ancora in continuo aggiornamento, è presente sul sito istituzionale del Parco www.parcomarinoscogliisca.it.


Primo classificato: Daniele Camillozzi (cratena peregrina)

 

Per visionare gli altri vincitori clicca qui

 


Avviso del 14/08/2012

Si avvisa che giorno 17 agosto, alle ore 10:00, all'interno del Parco si svolgerà la III ed. della gara fotografica subacquea amatoriale del Parco Marino Regionale "Scogli di Isca" organizzata dall'Isca Diving con la collaborazione dell'Ente Parco. Alle 3 foto prime classificate ed alla foto più simpatica saranno consegnate delle targhe premio da un rappresentante dell'Ente Parco: l'appuntamento per la premiazione è alle ore 12:30 circa presso il Club Nautico Ontario - lungomare lato sud Belmonte Calabro (CS)


Avviso del 10/08/2012

Pubblicato nella sezione studi e pubblicazioni un nuovo studio sulla posidonia oceanica a cura del Dott. Nicola Cantasano

 

Avviso

Si informano i gentili visitatori che è possibile effettuare visite guidate nell'area del Parco con barca a chiglia trasparente. Per maggiori informazioni e prenotazioni rivolgersi ai "gestori del servizio" convenzionati con l'Ente Parco:


Club Nautico Ontario

presso ultimo lido - lungomare di Belmonte Calabro lato sud

Presidente: Sig. Franco Pate

tel: 338.2839165

per maggiori info visita il sito: http://www.belmontetourist.com


Associazione ambientalista Living Nature

Presidente: Dott. naturalista Daniele Veltri

tel: 340.4640585  /  340.5447671

per maggiori info visita il sito: http://www.livingnature.it

 

 

 

Operazione "Fondali puliti 2012"

Si è tenuta nella mattinata di domenica 22 luglio nell'area del Parco Marino Regionale “Scogli di Isca" la manifestazione "Fondali puliti 2012”. Le operazioni di pulitura, sfociate da una convenzione siglata con l’Ente Parco, sono state organizzate dall’Isca Diving, uno dei diving autorizzati alle immersioni nell’area protetta, con la partecipazione dell'Associazione sportiva gruppo subacqueo di Paola, dell'Associazione Mediterraneo e Pietremarine entrambe di Cosenza. Per tale manifestazione il Presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante, ha emanato proprio decreto per la chiusura temporanea dell'area del Parco al fine di garantire la più alta sicurezza possibile agli operatori durante le operazioni di pulitura. Di conseguenza il Col. Paolo Marzio della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia ha emanato propria ordinanza a recepimento del suddetto decreto per l'interdizione dell'area. Durante le operazioni a controllare l'area erano presenti due imbarcazioni della Guardia Costiera dirette dal Maresciallo Fabio De Caria della delegazione di spiaggia di Amantea. I sommozzatori impiegati sono stati circa 30 con 5 unità natanti. Le associazioni subacquee hanno potuto contare, inoltre, sul supporto logistico e dei mezzi del Club Nautico Ontario di Belmonte Calabro, il quale da un anno cura il servizio di visite guidate con barca a fondo trasparente nel Parco Marino. I rifiuti raccolti sono stati di vario genere: non sono mancati, oltre agli immancabili recipienti di plastica, pneumatici d’auto, parti di imbarcazioni ed anche reti, lenze  ed ami. Quest’ultimi a testimoniare l’attività di pesca di frodo nell’area protetta alla quale l’Ente Parco, insieme all’Assessore Regionale all’Ambiente on. Pugliano e alla Guardia Costiera, sta cercando di trovare delle soluzioni mirate nonostante la totale mancanza di fondi. L’operazione “Fondali puliti 2012” rappresenta certamente una di quelle attività di amore verso l’ambiente marino che vede unite verso lo stesso fine istituzioni, operatori ed associazioni del settore.

 

 

 

 

per visionare la fotogallery visita la sezione Operazione fondali puliti


Manifestazione del 20 luglio agli eroi quotidiani:

 

 

 

Per visionare la fotogallery visita la sezione: Isca Grande monumento al donatore ad agli eroi quotidiani

 


Avviso del 19/07/2012

Si avvisa che la manifestazione "fondali puliti 2012 del Parco Marino Regionale Scogli di Isca" si terrà, mare permettendo, domenica 22 luglio dalle ore 09:00 alle ore 15:00. Per tale data ed orari, nell'area del Parco, vigono le prescrizioni contenute nel decreto n. 07/2012 e nell'ordinanza n. 19/2012 della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia.

Leggi l'avviso del Presidente dell'Ente Parco del 19/07/2012

Decreto n. 07/2012

Leggi l'ordinanza n. 19/2012 della Capitaneria di Porto di VV

 

Avviso del 18/07/2012

Si rende noto che giorno 20 luglio c.a. a mezzogiorno circa, all'interno dell'area del Parco, si concluderà l'annuale celebrazione della festa in onore dei "Donatori e degli Eroi quotidiani" organizzata dall'Associazione Marinai d'Italia sez. di Amantea con la posa di una bandiera tricolore del donatore alla sommità dello scoglio denominato "Isca Grande", elevato nel 2003 a monumento mondiale al donatore ed agli eroi quotidiani. Tale manifestazione, dal grande valore culturale, sociale ed umanitario, è sostenuta ed incoraggiata fortemente dall'Ente Parco Marino Regionale "Scogli di Isca". La manifestazione avrà inizio intorno alle ore 9:30 presso il Club Nautico Ontario - lungomare di Belmonte Calabro (CS) lato sud - con la celebrazione della Santa Messa; parteciperanno alla funzione autorità civili e militari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avviso del 14/07/2012

Per condizioni marine sfavorevoli la manifestazione "fondali puliti 2012 del Parco Marino Regionale Scogli di Isca" è rimandata, mare permettendo, a domenica 22 luglio stesso orario.


Avviso del 13/07/2012

Emanata ordinanza n. 19/2012 dalla Capitaneria di Porto di Vibo Valentia a recepimento del decreto del Presidente n. 7/2012 per l'operazione "fondali puliti 2012 del Parco Marino Regionale Scogli di Isca" prevista per domenica 15 luglio dalle ore 09:00 alle 15:00.

Leggi l'ordinanza n. 19/2012 della Capitaneria di Porto di VV


Avviso del 13/07/2012

Si avvisa che nella sezioni studi e pubblicazioni è stato pubblicato un nuovo studio scientifico del Dott. Nicola Cantasano sulla rete ecologica regionale della Calabria: il caso studio del torrente Verri.


Avviso del 10/07/2012

Si comunica che Domenica 15 luglio cm nell'area del Parco Marino dalle ore 09: 00alle ore 15:00 avrà luogo l'operazione "Fondali puliti 2012 del Parco Marino Regionale Scogli di Isca". Per tale attività il Presidente dell'Ente Parco ha emanato il decreto n. 07/2012 per la chiusura temporanea dell'area del Parco dalle ore 09:00 alle 15:00 al fine di garantire la più alta sicurezza possibile agli operatori durante le operazioni di pulitura. La Guardia Costiera di Amantea supervisionerà e controllerà l'area durante le operazioni. Le associazioni subacquee che prenderanno parte alle operazioni sono: l'Isca Diving di Paola, l'Associazione sportiva gruppo subacqueo di Paola, l'Associazione Mediterraneo e Pietremarine entrambe di Cosenza. I sub impiegati saranno circa 30 con 7 unità natanti. In aggiunta a tali associazioni collaboreranno, anche da terra, l'associazione ambientalista Living Nature di Amantea, il WWF - CEDAM di Belmonte Calabro ed il Club Nautico Ontario sempre di Belmonte.

 

Avviso del 02/07/2012

Il Parco Marino Riviera dei Cedri organizza per il 10 luglio 2012, alle ore 18,00, presso la Sala Consiliare del Comune di Praia a Mare il 1° convegno sulle tematiche ambientali del territorio dell’intera Regione Calabria dal titolo:

AMBIENTE E TERRITORIO: RUOLO DEI PARCHI MARINI E DELLE AREE MARINE PROTETTE

Il convegno ha come obiettivo principale quello di far dialogare tutti gli enti preposti, le istituzioni, le associazioni, ecc. su quelle che sono le problematiche legate al territorio, in particolar modo quelle connesse all’ambiente, in un’ottica diversa rispetto al passato, ricercando le possibili soluzioni attraverso un’ottica di rete, di sinergie condivise che hanno come unico scopo quello di rendere le coste ed il mare della nostra Calabria ancora più splendide e di preservarle dalle continue minacce di deterioramento ambientale.

Quale ruolo, in tutto questo, possono svolgere i Parchi Marini Regionali e le Aree Marine Protette?

Su questo si discuterà nel convegno di martedì 10 luglio, dove hanno già aderito tutti i cinque Parchi Marini della Regione Calabria che saranno presenti con i propri Presidenti e l’Area Marina Protetta di “Capo Rizzuto” con il Presidente Zurlo. Avremo la presenza di ricercatori e professori dell’UNICAL, della Capiteneria di Porto di Vibo Valentia, della Regione Calabria con l’ on. Giulio Serra e l’assessore alle politiche ambientali dr. Pugliano, della Provincia di Cosenza e di Crotone, dell’ARPACAL, ecc.

E’ un appuntamento importante da non perdere.

Siete tutti invitati a partecipare.


PROGRAMMA DEL CONVEGNO 10 LUGLIO 2012  ORE  18,00


Saluti del Sindaco di Praia a Mare – Antonio Praticò

Introduce: Ciriaco Astorino – Presidente del Parco Marino Regionale “Riviera dei Cedri”;

Relazioni:

Beniamino TENUTA  (geologo): I piani di gestione delle Aree SIC nella prov. di Cosenza;

Radiana COZZA (Docente UNICAL): “Tutela e valorizzazione dell’ambiente marino-costiero”;

Nicola Cantasano (Ricercatore CNR – Ist. ISAFOM): Un Modello di Rete Ecologica nel territorio Parco Marino Regionale “Scogli di Isca”;

Sante Francesco RENDE (Ricercatore): Le fanerogame marine;

Gregorio Aversa (Direttore archeologo della Soprintendenza per i beni archeologici della Calabria): L’archeologia subacquea nell’Alto Tirreno Cosentino;

Giorgio CHIAPPETTA (Subacqueo): Diaporama Isola di Dino

Intervengono:

Stanislao ZURLO - Presidente della Provincia di Crotone - Ente Gestore dell'Area Marina Protetta "Capo Rizzuto";

Oscar DURANTE - Presidente Parco Marino Regionale “Scogli D’Isca”

Vincenzo GRAZIANO - Presidente Parco Marino Regionale “Fondali di Capocozzo - S. Irene - Vibo - Pizzo - Tropea”

Salvatore MAZZOTTA - Presidente Parco Marino RTegionale “Baia di Soverato”

Giuseppe PEZZIMENTI - Presidente Parco Marino Regionale “Costa dei Gelsomini";

Mario RUSSO - Consigliere ARPACAL

Col. Paolo Marzio - Comandante della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia

On. Giulio SERRA - Presidente Commissione Vigilanza Regione Calabria;

Conclude: On. Francesco PUGLIANO  - Assessore Politiche Ambientali Regione Calabria

Modera: Pietro Nigro (Giornalista)

 

 

Avviso del 29/06/2012

Si avvisano gli amanti delle immersioni subacquee che è possibile visitare il nostro Parco rivolgendosi al locale Isca Diving autorizzato e convenzionato con l'Ente Parco. Per maggiori info contattare la responsabile del diving Maria Teresa Rizzo Nervo tel: 3398121388 oppure rivolgendosi direttamente alla sede del diving sito sotto l'ultimo lido presente sul lungomare lato sud di Belmonte Calabro (CS). Per i gruppi sub e/o associazioni subacquee che volessero visitare il Parco autonomamente si prega di fare riferimento all'avviso del 19/06/2012 per chiedere la necessaria autorizzazione.

 

Avviso del 19/06/2012

Si invitano i gentili visitatori che volessero entrare, sostare, visitare (in particolare mediante immersione) l'area del Parco a contattare l'Ente Parco tramite il seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per ottenere la necessaria autorizzazione. Si prega di inserire la tipologia di visita da effettuare, il proprio nominativo ed un contatto telefonico per essere ricontattati.


Avviso del 13/06/2012

Si informano i gentili visitatori che è possibile effettuare visite guidate nell'area del Parco con barche a chiglia trasparente. Per maggiori informazioni e prenotazioni rivolgersi ai "gestori del servizio" convenzionati con l'Ente Parco:


Club Nautico Ontario

presso ultimo lido - lungomare di Belmonte Calabro lato sud

Presidente: Sig. Franco Pate

tel: 338.2839165

per maggiori info visita il sito: http://www.belmontetourist.com


Associazione ambientalista Living Nature

Presidente: Dott. naturalista Daniele Veltri

tel: 340.4640585  /  340.5447671

per maggiori info visita il sito: http://www.livingnature.it

 

 

Comunicato del 11/06/2012

Il Presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante, visto l'intensificarsi nei mesi estivi delle violazioni ai divieti dettati dall’art. 9 comma 3 e dall’art. 19 comma 4 della L.R. n. 10/2003, comunica di aver emanato un decreto di regolamentazione provvisoria per la fruizione dell'area del Parco nonchè per ribadire ulteriormente i su menzionati divieti.

Leggi il Decreto del Presidente n. 05/2012

Pertanto si invitano i gentili utenti che volessero entrare, sostare, visitare (in special modo con immersioni) l'area del Parco a contattare l'Ente Parco tramite il seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. per ottenere la necessaria autorizzazione.

 

Incontro di educazione ambientale nelle scuole:

Si è svolto sabato scorso 31 marzo alle ore 10:00 un incontro con alcune classi della scuola media Mameli di Amantea organizzato dal locale circolo del Rotary Club distretto 2100. Il Presidente del circolo, Dott. Cicero, ha voluto dedicare l'incontro all'ambiente ed in particolare alla rete ecologica del Parco Marino Regionale "Scogli di Isca". Sul tema ha relazionato il prof. Nicola Cantasano, ricercatore del CNR-ISAFOM di CS nonchè responsabile scientifico dell'Ente Parco, che prima di iniziare ha portato ai presenti i saluti del Presidente dell'Ente Parco, Dott. Oscar Durante. Erano presenti all'evento, oltre agli studenti delle terze classi con i rispettivi docenti, il Vicesindaco del Comune di Amantea, Michele Vadacchino, il Vicepreside della scuola, Dott. Vincenzo Muto ed il responsabile amministrativo dell'Ente Parco, Dott. D. Magliocco. L'incontro è stato moderato dal Presidente Cicero.

Il prof. Nicola Cantasano durante la sua relazione

 

Avviso:

Rivista la sezione "Leggi nazionali e regionali" con l'aggiornamento della L.R. di riferimento n. 10 del 14 luglio 2003 "norme in materia di aree protette" aggiornata con le modifiche apportate dalla L.R. n. 47 del 23 dicembre 2011.

 

Comunicato stampa del 26/03/2012:

Si è tenuto lo scorso venerdì 23 marzo mattina l’incontro istituzionale tra l’Assessore Regionale all’Ambiente, On. Francesco Pugliano, i Presidenti  dei tre Parchi Marini Regionali del tirreno , il Dott. Ciriaco Astorino per la “Riviera dei Cedri”, il Dott. Oscar Durante per gli “Scogli di Isca” , l 'Avv. Vincenzo Graziano per i “Fondali di Capo Cozzo – S. Irene – Pizzo Calabro – Capo Vaticano - Tropea”, ed il comando della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia rappresentata dal Colonnello Paolo Marzio e dal Capitano Antonello Ragadale per discutere di problematiche riguardanti la promozione, la salvaguardia e la sorveglianza delle tre aree protette regionali.

I tre Presidenti hanno manifestato all’Assessore Pugliano la loro difficoltà quotidiana nell’attività di tutela e salvaguardia dei propri Parchi, dovuta alle esigue risorse economiche disponibili e alla mancanza degli strumenti di regolazione quali il piano per il parco ed il regolamento del parco contemplati dagli art.li 18 e 19 della L.R. n. 10/2003 “Norme in materia di aree protette”. Sarebbe auspicabile, per i tre Presidente, una futura programmazione da parte della Regione Calabria per l’individuazione degli adeguati fondi necessari al finanziamento della stesura di tali regolamenti.

Da parte loro la dirigenza della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia ha sottolineato la conseguente difficoltà nella salvaguardia delle tre aree per la mancanza dei citati regolamenti, nonostante le misure di salvaguardia provvisorie vigenti dettate dall’art. 9 comma 3 e dall’art. 11 comma 3 della Legge n. 394/1991, dall’art. 9 comma 3 e dall’art. 19 comma 4 della L.R. n. 10/2003, nonché nel  vero e proprio controllo delle stesse viste le esigue risorse finanziarie destinabili a tale attività.

L’Assessore Pugliano, al termine dell’incontro, ha promesso ai presenti di verificare le condizioni, in considerazione dei limiti del bilancio regionale, per una futura programmazione in termini di regolazione dei Parchi Marini e sia la possibilità di stipulare una convenzione con la Guardia Costiera per il controllo di tutti e cinque i Parchi Marini Regionali mediante un contributo economico ad hoc.

Le stesse problematiche saranno poi, insieme alla tematica del corallo nero scoperto nelle vicinanze del Parco Marino Regionale “Scogli di Isca” dai sub del prof. Piero Greco, affrontate dai cinque Presidente degli Enti Parco Marini davanti alla Commissione Speciale di Vigilanza del Consiglio Regionale della Calabria giorno 29 marzo alle ore 11:00.


L’incontro istituzionale del 23 marzo 2012 presso l’Assessorato all’Ambiente della Regione Calabria.

L’incontro istituzionale del 23 marzo 2012 presso l’Assessorato all’Ambiente della Regione Calabria.

Da sx: il Dott. Ciriaco Astorino (Presidente del Parco Marino Regionale “Riviera dei Cedri”), l’Avv. Vincenzo Graziano (Presidente del Parco Marino Regionale “Fondali di Capo Cozzo – S. Irene – Pizzo Calabro – Capo Vaticano - Tropea”), l’On. Francesco Pugliano (Assessore Regionale all’Ambiente), il Colonnello Paolo Marzio (Comandante della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia) ed il Dott. Oscar Durante (Presidente del Parco Marino Regionale “Scogli di Isca”).

 

Avviso:

Inserito nella sezione flora un nuovo studio sulla Posidonia Oceanica a cura del Dott. Nicola Cantasano.

 

Avviso:

Aggiornate la sezioni fauna e flora a cura del Dott. Daniele Veltri e del Prof. Nicola Cantasano.

 

Comunicato stampa del 07/03/2012:

Ieri, giorno 6 marzo 2012, si è tenuto a Cosenza un incontro istituzionale tra l'Ente Parco, rappresentato dal Presidente dott. Oscar Durante, e l'alta dirigenza della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia, competente del controllo dell'area del Parco Marino, nelle persone del Colonnello Marzio, del Capitano Ragadale e del Maresciallo della locale Guardia Costiera di Amantea, De Caria. Da tale incontro è scaturito il comune intento di salvaguardare l'area protetta degli "Scogli di Isca", che sarà formalizzato in un apposito protocollo d'intesa che verrà siglato a breve. Come a breve sarà emanato dall'Ente Parco un regolamento provvisorio per la fruizione e la salvaguardia del Parco che avrà validità fino all'emanazione del Regolamento e del Piano per il Parco prevista in un successivo periodo dopo l'insediamento dei costituenti organi definitivi dell'Ente. Con tale protocollo d'intesa, la Capitaneria di Porto metterà a disposizione dell'Ente Parco, oltre il controllo dell'area protetta, il grande bagaglio culturale in tema di salvaguardia degli ambienti marini accumulato in tanti anni di attività. Infine, si è ipotizzata la possibilità di una sinergia tra la Regione Calabria, i tre Parchi Marini del Tirreno e la Capitaneria di Porto di VV finalizzata ad una sinergica tutela, salvaguardia e valorizzazione delle tre importanti aree marine regionali. Il Presidente dell'Ente Parco si farà a tal fine promotore di un incontro istituzionale tra le autorità menzionate presso l'Assessorato all'Ambiente della Regione Calabria.

La consegna di un riconoscimento al Maresciallo Fausto De Caria

 

 

Avviso del 09/01/2012:

Con decreto n. 01/2012 del Presidente dell'Ente Parco è stato pubblicato un bando per l’individuazione di sponsor interessati alla pubblicazione di informazioni commerciali, sul sito istituzionale dell’Ente Parco Marino Regionale “Scogli di Isca” www.parcomarinoscogliisca.it . Il bando ed i relativi allegati è consultabile alla voce Bandi.

 

Articolo del 03/11/2011 apparso su http://www.ilcentrotirreno.it/root/Cosenza/amantea-scoperto-rarissimo-corallo-nero.html

Amantea: scoperto rarissimo corallo nero

........ (a due passi dal nostro Parco)

La scoperta è avvenuta qualche giorno fa da parte del Gruppo subacqueo paolano diretto dal prof. Piero Greco. Il Gruppo da qualche tempo, grazie ad un’opera di volontariato, sta ripulendo i fondali marini da reti e palamiti. Da qui la scoperta di una specie rarissima di corallo nero che si trova nel fondale di fronte ad Amantea ad una distanza di circa due miglia a largo e a circa 47 metri di profondità. Il Corallo, facente parte della classe antozoi e in particolare trattasi della specie antipathes sub pinnata, dimostra l’ottimo stato di salute e di pulizia del mare, infatti, quest’organismo ama tratti di mare con poca luce ma anzitutto la dove ci siano condizioni ottimali di biodiversità.

La specie osservata è attaccata a una cineraria e supera il metro e mezzo di altezza, dimensioni che sono raggiunti in diverse centinaia di anni cosi come spiega il dott. Greco. Il corallo nero fu scoperto nel 2009 fuori Gadir, trovato quest' anno in grande quantità nei pressi anche di Cala Levante. Il corallo nero è una specie molto rara e molto difficile da osservare in natura vista la profondità alla quale cresce, da 50 a oltre 200 metri.

Ecco le principali caratteristiche:

CLASSIFICAZIONE: il corallo nero, Antipathes subpinnata, appartiene alla classe dei coralli, o Antozoi, che consistono di piccoli ’polipì, grandi qualche millimetro, radunati in colonie di individui simili che, producendo carbonato di calcio, formano lo scheletro che li fa somigliare ad un albero. Il più conosciuto è il corallo rosso, ma esistono anche le specie gialla e bianca. I polipi del corallo nero hanno sei tentacoli piuttosto piccoli, al contrario del corallo rosso in cui si contano otto tentacoli;

ASPETTO E VITA: da non confondersi con il falso corallo nero, la Gerardia Savaglia, l’antipate cresce sulle rocce in verticale e possiede tronchi di colore nero o molto scuro che si ramificano in rami sempre più sottili ed esili facendo assumere alle colonie un aspetto vaporoso. Le colonie coralline, in generale, costituiscono i più vecchi organismi animali vivi al mondo. Si stima che alcuni coralli abbiano quasi un migliaio di anni

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Luglio 2015 21:07
 
Parco Marino Regionale "Scogli di Isca" PDF Stampa E-mail



image

 

image

Scogli di Isca (Isca Grande e Isca Piccola)

 

Cernia Bruna nel Parco (foto del prof. N. Cantasano)

 

 

Posidonia Oceanica nel Parco (foto del prof. N. Cantasano)

 

Il Parco visto dalla Torre di Amantea